Indennizzi frequenze tv: pubblicato dalla Dgscerp del MIMIT il riparto finale

 

(20 novembre 2023)    La Dgscerp del Ministero delle Imprese e del Made in Italy ha pubblicato in data odierna il decreto direttoriale  con il quale viene approvato il riparto finale delle somme residue degli indennizzi spettanti agli operatori di rete locali ai sensi del decreto in data 27 novembre 2020 del Ministro dello Sviluppo Economico, di concerto con il Ministro dell’Economia e delle Finanze, a seguito del rilascio delle relative frequenze da parte di operatori di rete titolari di diritto d’uso che hanno dismesso le frequenze oggetto di rilascio obbligatorio e volontario, secondo quanto disposto nella Road map di cui al DM 19 giugno 2019.

Nel decreto vengono indicate le ulteriori somme spettanti a titolo di indennizzo. Gli importi indicati nell’allegato al decreto sono stati calcolati secondo criteri di ripartizione coerenti con il decreto interministeriale MISE-MEF pubblicato sulla G.U. n. 15 del 20 gennaio 2021, sulla base delle somme residuate dallo stanziamento di cui all’art. 3 del sopra citato decreto interministeriale, assegnando un valore pari ad € 0,018868 per abitante residente in ciascuna delle province oggetto del diritto d’uso rilasciato ed un importo pari a € 38,48 per ciascun impianto disattivato.

Il provvedimento prevede, inoltre, che qualora risulti che l’operatore di rete beneficiario dell’indennizzo abbia reso dichiarazioni mendaci o false attestazioni anche documentali in sede di presentazione della richiesta o nella documentazione alla stessa allegata, l’indennizzo è revocato, ferma restando l’applicazione delle sanzioni previste dall’ordinamento. La revoca dell’indennizzo comporta l’obbligo, a carico del soggetto beneficiario, di riversare all’erario, entro i termini fissati nel provvedimento con il quale è disposta la revoca, l’intero ammontare percepito, rivalutato secondo gli indici ufficiali di inflazione pubblicati dall’ISTAT, oltre agli interessi corrispettivi al tasso legale. Nei casi di inottemperanza all’obbligo di versamento dell’ammontare indebitamente percepito entro i termini fissati, il recupero coattivo dell’indennizzo e la rivalutazione ed interessi vengono disposti mediante iscrizione a ruolo.

A questo link il decreto direttoriale 20 novembre 2023 e il relativo allegato (FC)

Vedi anche:

Indennizzi frequenze tv: pubblicato dalla Dgscerp del MIMIT l’ottavo decreto direttoriale

Indennizzi frequenze tv: la situazione

Indennizzi frequenze tv. Pubblicato dal MiSe il settimo decreto direttoriale che definisce gli importi degli indennizzi agli operatori di rete locali

Indennizzi frequenze tv. Pubblicato dal MiSe il sesto decreto direttoriale che definisce gli importi degli indennizzi agli operatori di rete locali

Indennizzi frequenze tv. Pubblicato dal MiSe il quarto decreto direttoriale che definisce gli importi degli indennizzi agli operatori di rete locali

Indennizzi frequenze tv. Pubblicato dal MiSe il terzo decreto direttoriale che definisce gli importi degli indennizzi agli operatori di rete locali

Indennizzi frequenze tv. Pubblicato dal MiSe secondo decreto direttoriale che definisce gli importi degli indennizzi agli operatori di rete locali

Indennizzi frequenze tv. Pubblicato dal MiSe decreto direttoriale che definisce gli importi degli indennizzi agli operatori di rete locali

Tv locali. Le criticità del “decreto indennizzi”

Indennizzo frequenze tv per chi ha già dismesso nel 2020: precisazioni del MiSe

Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il “decreto indennizzi”

Decreto indennizzi: la ripartizione delle somme relative agli impianti eserciti

Liberazione banda 700. Emanato decreto indennizzi e riaperta finestra temporale per dismissione volontaria anticipata impianti tv

Tavolo Tv 4.0: Aeranti-Corallo evidenzia le preoccupazioni delle tv locali in relazione alla transizione al Dvbt-2

Aggiornamento del piano Lcn: occorre conservare gli attuali spazi per le tv locali

Bandi operatori di rete tv locali, la Dgscerp prosegue nella pubblicazione delle FAQ

Ulteriori risposte della Dgscerp a richieste di chiarimenti per i bandi operatori di rete tv locali

La Dgscerp del MiSe ha pubblicato le prime risposte ad alcune delle richieste di chiarimenti per i bandi operatori di rete tv locali

La Dgscerp del MiSe ha revocato i tre bandi per i nuovi diritti d’uso di frequenze tv a operatori di rete locali nella sub area tecnica 4-b (prov. di Bolzano). Successivamente, ha emanato un nuovo bando per una sola frequenza