Raccomandazione approvata nella seduta del 27 gennaio 2004 del Comitato di applicazione del codice di autoregolamentazione tv e minori “Stop alle pubblicità estreme in TV”

image_pdfimage_print

RACCOMANDAZIONE APPROVATA NELLA SEDUTA DEL 27 GENNAIO 2004 DEL COMITATO DI APPLICAZIONE DEL CODICE DI AUTOREGOLAMENTAZIONE TV E MINORI

Stop alle pubblicità estreme in TV

“Il Comitato di applicazione del Codice di autoregolamentazione  Tv e minori, riunito il 19 gennaio 2004, rilevato che seguita a manifestarsi la tendenza della pubblicità  televisiva, diffusa anche in orario di televisione per tutti, a proporre immagini e situazioni di violenza, di trivialità seppure ammantata di ricercatezze, di strumentalizzazione del corpo umano e della sua dignità, oltre a tutto quasi sempre in termini gratuiti rispetto alla natura del prodotto volta a volta oggetto di legittima promozione;
ritenendo che possano derivarne danni ai telespettatori piu’ piccoli e indifesi, la cui persona non può essere offesa, sacrificandola agli espedienti ritenuti utili a incondizionati, martellanti incitamenti al consumo;
richiamandosi agli interventi in precedenza espletati e che continueranno ad espletarsi   sanzionando caso per caso;
esprimendo apprezzamento per la sensibilità riscontrata nell’Istituto di Autodisciplina pubblicitaria, ed auspicando in una fruttuosa collaborazione
ritiene doveroso appellarsi formalmente al senso di responsabilità e persino di buon gusto dei pubblicitari, degli inserzionisti, ma particolarmente delle emittenti, cui ricorda che sottoscrivendo il Codice – non a caso particolarmente  analitico in questo campo – si sono impegnate al controllo  delle inserzioni, affinché non entri nelle case un pulviscolo pervasivo che sembra voler sollecitare emozioni estreme.