Prosegue lo sviluppo del Dab+ da parte delle emittenti radiofoniche locali del sistema associativo Aeranti-Corallo

image_print

Dopo l’attivazione delle trasmissioni in Lombardia e il potenziamento delle reti in Toscana, ampliata alla provincia di Terni la rete di diffusione in Umbria

(8 febbraio 2022)     In continua crescita le trasmissioni radiofoniche dab+ da parte delle emittenti radiofoniche del sistema associativo Aeranti-Corallo.

Dopo l’avvio delle trasmissioni da parte delle società Lombardia Dab e Radio Digitale Lombardia e dopo l’attivazione di nuovi impianti di diffusione in Toscana da parte delle società Toscana Dab e Radio Digitale Toscana, è ora la volta di Radiofonia Locale Digitale Umbria, che ha esteso la propria copertura anche alla provincia di Terni.

In particolare, quest’ultimo operatore di rete ha attivato un nuovo impianto di trasmissione ubicato sul Monte Miranda e operante sul canale 10C.

Il nuovo impianto, che serve la città e la provincia di Terni, si aggiunge all’altro impianto, già attivo da tempo, ubicato a Colle della Trinità, che serve la provincia di Perugia.

Il mux esercito da Radiofonia Locale Digitale Umbria veicola attualmente i contenuti di 12 imprese radiofoniche locali. Ricordiamo che operatori di rete del sistema associativo Aeranti-Corallo sono attivi anche in Piemonte, in Emilia Romagna, in provincia di Trento e in Campania.

Soddisfazione per questa nuova attivazione è stata espressa dall’Amministratore unico della società Radiofonia Locale Digitale Umbria, Elena Porta.

A margine, il coordinatore Aeranti-Corallo, avv. Marco Rossignoli, ha commentato: “Si rafforza sempre più la presenza dell’emittenza radiofonica locale nel digitale radiofonico dab+.  Nell’ambito del sistema associativo Aeranti-Corallo – ha aggiunto Rossignoli –  sono state ad oggi costituite 17 società consortili, aventi copertura delle rispettive regioni. Complessivamente alle relative reti afferiscono i contenuti di 264 emittenti radiofoniche locali”. Rossignoli ha poi comunicato che nelle prossime settimane è prevista la creazione di ulteriori società e l’attivazione di ulteriori impianti.

Il coordinatore Aeranti-Corallo ha, quindi, concluso sottolineando l’importanza che l’emittenza locale si trovi preparata al momento in cui verranno dismesse le frequenze della banda III, oggi destinate agli usi televisivi, e verrà varato dall’Agcom il nuovo Piano Nazionale di Assegnazione delle Frequenze, in modo da poter competere nei nuovi scenari digitali a pieno titolo. (FC)

 

Vedi anche

Radio digitale Dab+, nuovi impianti in Toscana per le emittenti del sistema associativo Aeranti-Corallo

Radio digitale Dab+. Toscana Dab e Radio Digitale Toscana ampliano la copertura delle proprie reti

Radio digitale Dab+. Toscana Dab e Radio Digitale Toscana attivano impianto in provincia di Arezzo

Al via le trasmissioni radiofoniche digitali Dab+ di Toscana Dab e di Radio Digitale Toscana. I due operatori di rete diffonderanno i programmi di 24 imprese radiofoniche locali Aeranti-Corallo