Par condicio: dalla mezzanotte di oggi, 4/9, stop a pubblicazione e diffusione di sondaggi politici ed elettorali

image_pdfimage_print

(4 settembre 2020)   Nei quindici giorni precedenti la data della votazione e fino alla chiusura delle operazioni di voto “è vietato rendere pubblici o, comunque, diffondere i risultati di sondaggi demoscopici sull’esito delle elezioni e sugli orientamenti politici e di voto degli elettori, anche se tali sondaggi sono stati effettuati in un periodo precedente a quello del divieto”.

Lo ricorda l’Agcom, che con una nota in data odierna evidenzia che il divieto scatta alle ore 24 di oggi, 4 settembre 2020, e si riferisce a tutte le competizioni elettorali in corso di svolgimento: referendum, elezioni regionali, comunali e suppletive al Senato.

La ratio del divieto, argomenta l’Agcom, è quella di evitare che la diffusione di sondaggi, unitamente alla pervasività del mezzo di diffusione, possa condizionare in maniera decisiva l’elettorato nei giorni più prossimi alla data delle votazioni. Secondo quanto previsto dai regolamenti attuativi della par condicio, il divieto investe anche le manifestazioni di opinione che, per le modalità di realizzazione e diffusione, possono comunque influenzare informazioni rilevanti ai fini della scelta libera e consapevole degli elettori. (FB)

Vedi anche:

Election day 20-21 settembre. In arrivo le disposizioni Agcom sulla par condicio

Emergenza coronavirus. Slittano consultazioni elettorali e referendum

Revocato il referendum del 29 marzo 2020: cessano di applicarsi le relative norme in materia di par condicio

Referendum costituzionale del 29 marzo, l’Agcom pubblica l’elenco dei soggetti politici referendari

L’Agcom ha iniziato la pubblicazione dell’elenco delle emittenti che trasmetteranno i MAG per il prossimo referendum del 29 marzo 2020

Par condicio: l’Agcom ordina a tutte le emittenti di assicurare spazio adeguato al referendum del 29 marzo p.v.

Par condicio referendum del 29 marzo: l’Agcom approva la delibera

Referendum popolare confermativo del 29 marzo 2020: l’Agcom emana atto di indirizzo per il rispetto della par condicio