Le emittenti radiofoniche di AERANTI-CORALLO non parteciperanno al convegno Audiradio di Santa Margherita Ligure

image_pdfimage_print

Cs  22/2007 del 13 giugno 2007

logo2_Aeranti-Corallo

 

LE EMITTENTI RADIOFONICHE DI AERANTI-CORALLO NON  PARTECIPERANNO AL CONVEGNO AUDIRADIO DI SANTA MARGHERITA LIGURE

 

► Le emittenti radiofoniche di Aeranti-Corallo non  parteciperanno al Convegno organizzato a Santa Margherita Ligure  da Audiradio per il 15 e 16 giugno.

L’Avv. Marco Rossignoli, Coordinatore Aeranti-Corallo, spiega le ragioni di tale scelta:

“Dobbiamo purtroppo constatare che Audiradio  continua a disattendere l’atto di indirizzo  sulla rilevazione degli indici di ascolto  e di diffusione  dei mezzi di comunicazione  emanato da oltre un anno dalla Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni (delibera n. 85/06/CSP) nella parte in cui lo stesso prevede  che i soggetti realizzatori delle indagini di ascolto debbano assicurare  una equa ripartizione  del proprio capitale sociale e debbano ispirare alla massima rappresentatività  la compagine dei proprio organi di gestione.

A seguito di tale delibera – ha aggiunto Rossignoli – Aeranti-Corallo, stante la propria rappresentatività nel settore ha comunicato alla società Audiradio  srl di essere interessata  ad acquisire  una quota di partecipazione della società stessa, nonché ad avere propri rappresentanti  nel Consiglio di Amministrazione  e nel comitato tecnico; ciò al fine di poter rappresentare,  le proposte  metodologiche  del comparto radiofonico locale.

Ad oggi  tuttavia – ha proseguito Rossignoli – tali richieste non hanno trovato accoglimento, con la conseguenza che l’emittenza radiofonica locale non può partecipare, in alcun modo, alle scelte  di Audiradio.

Aeranti-Corallo peraltro, contesta alcune recenti scelte come quella di aver chiesto alle emittenti radiofoniche locali oggetto delle indagini di ascolto di optare  tra  la diffusione  del dato di rilevazione bimestrale e quello semestrale.

Al riguardo  Aeranti-Corallo ritiene – ha affermato Rossignoli – che tutti i dati Audiradio  debbano essere  pubblicati con la stessa frequenza.

Un diverso modo di procedere potrebbe infatti  generare rilevanti ripercussioni in ordine alla presenza  nel mercato e quindi sulle raccolte pubblicitarie.

Riteniamo peraltro – ha aggiunto Rossignoli – che l’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni debba intervenire  al più presto  per garantire il rispetto da parte di Audiradio dell’art. 2 (commi 1 e 2) della delibera n. 85/06/CSP.

 

ufficiostampa@aeranticorallo.it


340 5735020 KRUGER AGOSTINELLI

 

348 4454981 FABIO CARERA

 

AERANTI-CORALLO
C.P. 360 – 60100 ANCONA