La radio DAB+ in Austria. Utili spunti di riflessione, anche in relazione al digitale in Italia.

 

(3 novembre 2023) Un’interessante ricerca è stata pubblicata ad ottobre 2023, in Austria, dal titolo ”DAB+ Digitalradio Österreich 2023”, un’analisi che ha fatto il punto sulla notorietà e la penetrazione nel mercato della radio digitale DAB+.

Ricordiamo che l’Austria è un Paese abitato da quasi 9 milioni di persone ed ha una superficie di circa 84mila chilometri quadrati. Per fare un raffronto possiamo dire che sia paragonabile alla Lombardia, la quale ha sì una superficie più contenuta (circa 24mila Kmq), ma ha una popolazione pari a poco più di 10 milioni di abitanti.

Anche in termini di PIL le due realtà non sono poi così difformi (circa 480 miliardi di Euro l’Austria, circa 370 miliardi la Lombardia).

Le risultanze emerse dalla citata ricerca possono dunque rivestire carattere di interesse anche in relazione alle tendenze in atto in Italia su questa tematica.

DAB+ Digital Radio Austria

Venendo allo specifico dei dati relativi alle trasmissioni radiofoniche digitali, la nazione mitteleuropea vanta 16 programmi radiofonici DAB+ con una copertura tecnica dell’84% della popolazione, e 14 programmi radiofonici DAB+ regionali nell’area metropolitana di Vienna.

Sono numeri che su scala nazionale rimandano alle nostre 18 reti nazionali, sebbene poi in Italia la storicamente più vivace realtà locale vanti in una regione come la Lombardia un centinaio di programmi a diffusione regionale o interprovinciale. 

La tecnologia di trasmissione radiofonica digitale terrestre via etere in Austria è stata introdotta, in forma definitiva, nel 2018; lo si è fatto a partire da Vienna, per poi ampliarla a livello nazionale dal 2019.  

La ricerca “DAB+ Digitalradio Österreich 2023”, pubblicata lo scorso ottobre, è stata commissionata da RTR Medien e, materialmente, lo studio è stato realizzato dall’istituto di ricerche di mercato Ipsos Market Research. La ricerca ha misurato la notorietà, l’ascolto e la frequenza d’uso del DAB+ . 

Gli attuali numeri del DAB+ austriaco

Secondo i risultati di tale studio, a quattro anni dal lancio nazionale del DAB+, il termine “DAB+” è consapevolmente utilizzato da oltre la metà della popolazione di 15 anni e più (54%) e nell’area di copertura dei segnali radiofonici digitali l’offerta DAB è mediamente ben conosciuta. 

Il 30% dei focolari domestici austriaci possiede almeno un ricevitore compatibile con lo standard DAB+ e quasi un quarto della popolazione ascolta programmi radiofonici tramite i canali DAB+. 

Alla domanda sui vantaggi del DAB+, rivolta agli ascoltatori digitali attivi tra i partecipanti allo studio, il campione ha spesso evidenziato: la ricezione migliore per la mancanza di interferenze (23%), una migliore qualità complessiva dell’offerta radiofonica digitale (21%) e l’ampia scelta di programmi (12%). 

Circa un quarto della popolazione (24%) nella zona di distribuzione dell’offerta DAB+ ha dichiarato che prevede di acquistare nei prossimi due anni un apparecchio radiofonico DAB+, principalmente presso un rivenditore locale di elettronica.

Dunque, stanti queste evidenze transalpine, se il DAB in Italia dovesse seguire un analogo trend di sviluppo, tra 4 anni tale piattaforma tecnologica potrebbe rappresentare circa un quarto del totale dell’ascolto radiofonico.

Vedi anche

Ascolto radiofonico in UK. La radio è in salute e le private crescono ulteriormente rispetto ai canali pubblici.

Ascolti della Radio in Italia.

Resi noti gli ultimi dati dell’audience radiofonica in Francia

I nuovi media crescono, ma radio e tv lineari sono ancora leader. I risultati di una ricerca in Belgio.