Giornalisti. Fino al 6 marzo aperte le iscrizioni al premio “finanza per il sociale”. Vengono accettati servizi radiotelevisivi e articoli scritti

image_pdfimage_print

(13 gennaio 2020)   Per partecipare alla quinta edizione del premio giornalistico ‘Finanza per il sociale’, dedicato ai giovani giornalisti e praticanti (sino a 35 anni) per sostenerne l’impegno nel raccontare l’importanza della cultura finanziaria per il Paese, c’è tempo fino al 6 marzo.

L’iniziativa è promossa dall’Abi (Associazione Bancaria Italiana), dalla Feduf (Fondazione per l’Educazione Finanziaria e al Risparmio, nata su iniziativa della stessa ABI) e dalla Fiaba Onlus (Fondo Italiano Abbattimento Barriere Architettoniche) ed è patrocinata dal Cnog.

La partecipazione al concorso è gratuita; al primo classificato verrà riconosciuto un premio di 1.200 euro. I servizi radiofonici o televisivi nonché gli articoli sul tema “Storie di inclusione: come l’educazione finanziaria, anche grazie alle innovazioni, supporta i cittadini nelle scelte economiche” dovranno evidenziare come le nuove tecnologie e i nuovi approcci didattici al servizio dell’educazione finanziaria e al risparmio possano aiutare a promuovere l’inclusione sociale e l’autonomia delle persone.

Ogni concorrente, singolarmente o in gruppo potrà partecipare con un solo elaborato (servizio radio-tv o articolo), trasmesso o pubblicato tra il 1° marzo 2019 e il 1° marzo 2020.

Le domande di partecipazione nonché il materiale dovranno essere inviati a mezzo mail all’indirizzo ufficiostampa@fiaba.org indicando come oggetto “Premio Finanza per il Sociale V Edizione” o per posta a FIABA – Premio Giornalistico ‘Finanza per il Sociale’, piazzale degli Archivi, n. 41, 00144 Roma. Farà fede la data del timbro postale. Dovranno comunque pervenire all’organizzazione entro e non oltre il 13 marzo 2020.

Il Bando di concorso e maggiori informazioni sono reperibili a questo link (FC)