Deliberazione 14 novembre 2012 dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni “Correzione di un errore materiale dell’articolo 4 del regolamento concernente l’organizzazione e il funzionamento dell’Autorità” (Delibera n.549/12/CONS)”

image_pdfimage_print
AUTORITA’ PER LE GARANZIE NELLE COMUNICAZIONI

DELIBERAZIONE 14 novembre 2012

CORREZIONE DI UN ERRORE MATERIALE DELL’ARTICOLO 4 DEL REGOLAMENTO CONCERNENTE L’ORGANIZZAZIONE E IL FUNZIONAMENTO DELL’AUTORITÀ (DELIBERA N.549/12/CONS)

(pubblicata in Gazzetta Ufficiale n.277 del 27 novembre 2012)

L’AUTORITÀ PER LE GARANZIE NELLE COMUNICAZIONI

 

 

Nella sua riunione di Consiglio del 14 novembre 2012;

Vista la  legge  31  luglio  1997,  n.  249,  recante  «Istituzione dell’Autorita’ per  le  garanzie  nelle  comunicazioni  e  norme  sui sistemi delle telecomunicazioni»;

Visti, in particolare, l’art. 1, comma 9, della legge  n.  249  del 1997,  il  quale,  anche  alla  luce  di   costante   giurisprudenza, conferisce all’Autorita’  un’ampia  potesta’  organizzativa,  nonche’ l’art. 2, comma 10, della legge n. 481 del 1995, e l’art. 1, comma 5, della citata legge n. 249 del 1997;

Vista la delibera  dell’Autorita’  n.  17/98  del  16  giugno  1998 recante – «Approvazione dei Regolamenti concernenti  l’Organizzazione ed il funzionamento, la gestione amministrativa e la contabilita’, il trattamento giuridico ed economico del personale  dell’Autorita’  per le Garanzie nelle Comunicazioni», pubblicata nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n. 169 del 22 luglio 1998, e le  successive modifiche ed integrazioni;

Vista la delibera n. 223/12/CONS del  27  aprile  2012,  pubblicata nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica  italiana  n.  138  del  15 giugno 2012, con la quale e’ stato adottato, ai  sensi  dell’art.  1, comma 9, della legge n.  249/97,  il  nuovo  Regolamento  concernente l’organizzazione ed il funzionamento dell’Autorita’ e  le  successive modifiche ed integrazioni;

Vista la delibera n. 380/12/CONS  del  2  agosto  2012,  pubblicata nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica  italiana  n.  188  del  13 agosto  2012,  recante  «Modifiche  ed  integrazioni  al  regolamento concernente l’organizzazione e il funzionamento dell’Autorita’  e  al Regolamento sul trattamento giuridico ed economico del personale»;

Visto,  in  particolare,  l’art.  1,  comma  1,  della  sopracitata delibera il quale stabilisce che: «1. Il Gabinetto del Presidente  e’ costituito dal Capo di gabinetto, da tre Consiglieri e da tre addetti di  segreteria,  nominati  dal  Presidente  previa   informativa   al Consiglio. Il Presidente puo’ attribuire ad uno  dei  Consiglieri  le funzioni di Vice Capo di Gabinetto. 2.  A  ciascun  Commissario  sono assegnati due  Consiglieri  e  due  addetti  di  segreteria.  Ciascun Commissario ne definisce le funzioni. 3. I Consiglieri e gli  addetti di segreteria sono scelti, di norma, tra i dipendenti dell’Autorita’, ovvero tra il personale di cui l’Autorita’ puo’  avvalersi  ai  sensi dell’art. 2, commi 18 e 19, della  legge  31  luglio  1997,  n.  249, secondo i limiti e le modalita’ previsti dal regolamento  concernente il trattamento giuridico ed economico del personale. 4. Gli incarichi di cui al comma 3 sono  conferiti  con  delibera  del  Consiglio,  su designazione del Presidente o del Commissario interessato.»;

Considerato che il citato  art.  1,  comma  1,  della  delibera  in discorso reca un erroneo riferimento all’art. 2, commi 18 e 19, della legge n. 249 del 1997, che si riferisce ad altro argomento e  che  e’ stato peraltro abrogato, nei commi che qui interessano,  dal  decreto legislativo 31 luglio 2005, n. 177;

Considerato  che  la  norma  da  richiamare  era,  invece,   quella dell’art. 1, commi 18 e 19, della stessa legge, n. 249;

Ritenuto, quindi, necessario procedere alla  rettifica  dell’errore materiale citato, intervenendo direttamente sul testo del Regolamento concernente  l’organizzazione  e  il  funzionamento   dell’Autorita’, adottato  con  la  delibera  n.  223/12/CONS  e  coordinato  con   le successive modifiche e integrazioni;

Udita la relazione del Commissario Francesco Posteraro, relatore ai sensi dell’art. 31 del Regolamento di Organizzazione e  Funzionamento dell’Autorita’;

 

Delibera:

Art. 1

 

1. L’art. 4  del  Regolamento  concernente  l’organizzazione  e  il funzionamento dell’Autorita’ e’ sostituito dal seguente:

«Art. 4 (Organizzazione interna). – 1. Il Gabinetto del  Presidente e’ costituito dal Capo di gabinetto, da  tre  Consiglieri  e  da  tre addetti di segreteria, nominati dal Presidente previa informativa  al Consiglio. Il Presidente puo’ attribuire ad uno  dei  Consiglieri  le funzioni di Vice Capo di Gabinetto.

2. A ciascun Commissario  sono  assegnati  due  Consiglieri  e  due addetti di segreteria. Ciascun Commissario ne definisce le funzioni.

3. I Consiglieri e gli addetti di segreteria sono scelti, di norma, tra i dipendenti dell’Autorita’,  ovvero  tra  il  personale  di  cui l’Autorita’ puo’ avvalersi ai sensi dell’art. 1, commi 18 e 19, della legge 31 luglio 1997,  n.  249,  secondo  i  limiti  e  le  modalita’ previsti dal regolamento  concernente  il  trattamento  giuridico  ed economico del personale.

4. Gli incarichi di cui al comma 3 sono conferiti con delibera  del Consiglio,  su  designazione  del  Presidente   o   del   Commissario interessato.».

 

Art. 2

Disposizioni finali ed entrata in vigore

 

1. La presente delibera  e’  pubblicata  nella  Gazzetta  Ufficiale della Repubblica italiana e sul sito web dell’Autorita’ ed  entra  in vigore il giorno successivo alla sua pubblicazione.

Roma, 14 novembre 2012

Il Presidente: Cardani

Il commissario relatore: Posteraro