Aeranti-corallo sul contratto di servizio ministero delle comunicazioni-rai per il triennio 2003-2005

image_pdfimage_print

Cs 10/2003

  

                                               COMUNICATO STAMPA

                                                 AERANTI – CORALLO

                                Le imprese radiotelevisive locali italiane                               


Roma, lì 23/1/2003

 

AERANTI-CORALLO SUL CONTRATTO DI SERVIZIO
MINISTERO DELLE COMUNICAZIONI-RAI PER IL TRIENNIO 2003-2005


Con riferimento al Contratto di servizio stipulato oggi tra il Ministero delle comunicazioni e la Rai, il coordinatore di AERANTI-CORALLO (che rappresenta 1.046 imprese radiotelevisive locali) avv. Marco Rossignoli ha dichiarato: “Esprimiamo soddisfazioni in ordine alla previsione nel Contratto di servizio di norme finalizzate alla tutela degli impianti radiotelevisivi di tutti i soggetti privati legittimamente operanti rispetto all’attivazione di nuovi impianti da parte della Rai o a modifiche di quelli esistenti.”

“Tale previsione infatti – ha proseguito Rossignoli – è importantissima per garantire il mantenimento dell’attuale equilibrio interferenziale tra le emissioni della Concessionaria pubblica e quelle delle imprese private. Deve essere inoltre valutata positivamente la previsione della partecipazione delle emittenti locali alle convenzioni tra le sedi periferiche della Rai e le regioni e province autonome.”

“Al riguardo – ha concluso Rossignoli – AERANTI-CORALLO formulerà una serie di proposte per la definizione dei criteri e delle modalità di stipula di tali convenzioni nonché della partecipazione alle stesse da parte delle emittenti radiotelevisive locali.”

Per informazioni: 348 4454981

 

 

                                                       AERANTI-CORALLO,

                                            aderente alla Confcommercio,

           rappresenta 1.046 imprese radiofoniche e televisive locali italiane