Aeranti-corallo chiede alla regione toscana una proroga al 31/12/2003 degli adempimenti a carico delle imprese radiotelevisive che eserciscono impianti ubicati in toscana

image_pdfimage_print

Cs 14/2003

                                       COMUNICATO STAMPA

                                         AERANTI – CORALLO

                       Le imprese radiotelevisive locali italiane                        

Roma, lì 12/2/2003

 

AERANTI-CORALLO CHIEDE ALLA REGIONE TOSCANA UNA PROROGA AL 31/12/2003 DEGLI ADEMPIMENTI A CARICO DELLE IMPRESE RADIOTELEVISIVE CHE ESERCISCONO IMPIANTI UBICATI IN TOSCANA

 

La Delibera della Giunta Regionale Toscana n. 001235 dell’11/11/2002 pubblicata il 4/12/02, recante le modalità relative all’espletamento da parte dei gestori degli impianti di radiocomunicazione degli adempimenti previsti dalla legge regione Toscana n. 54/2000, prevede che tali adempimenti debbano essere espletati dalle emittenti entro il prossimo 4 marzo.

A tale riguardo, l’avv. Marco Rossignoli, coordinatore AERANTI-CORALLO (che rappresenta 1.046 imprese radiofoniche e televisive locali) ha dichiarato: “AERANTI-CORALLO ha già avviato contatti con i competenti uffici della Regione Toscana per chiedere una proroga degli adempimenti previsti dalla normativa regionale al 31/12 p.v. Auspichiamo – ha aggiunto Rossignoli – che tale richiesta venga accolta, come analoghe richieste presentate in precedenza in altre regioni. Peraltro, è anche necessario che tali adempimenti vengano semplificati in quanto quelli attualmente previsti, oltre a non parere tecnicamente necessari per la finalità che si propone la legge regionale Toscana n. 54/2000, comportano oneri troppo elevati  a carico delle emittenti.”

Per informazioni: 348 4454981

 

 

                                                          AERANTI-CORALLO,

                                                 aderente alla Confcommercio,

               rappresenta 1.046 imprese radiofoniche e televisive locali italiane