Aer-anti-corallo: si allo stralcio delle norme per le radio e tv locali contenute nel ddl 1138, ma occorre innanzitutto il rinvio dei termini per la presentazione delle domande di concessione delle tv locali

image_pdfimage_print

CS 39/2000

COMUNICATO STAMPA

          COORDINAMENTO AER ANTI CORALLO           

 

Roma, 10 maggio 2000

 

AER-ANTI-CORALLO: SI ALLO STRALCIO DELLE NORME PER LE RADIO E TV LOCALI CONTENUTE NEL DDL 1138, MA OCCORRE INNANZITUTTO IL RINVIO DEI TERMINI PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE DI CONCESSIONE DELLE TV LOCALI

 

In relazione alle dichiarazioni odierne del Sottosegretario alle comunicazioni On. Vincenzo Vita, l’avv. Marco Rossignoli – coordinatore Aer-Anti-Corallo (la federazione che rappresenta 1283 imprese radiotelevisive locali italiane) ha dichiarato: ” Da sempre il Coordinamento Aer-Anti-Corallo ha sostenuto la necessità di uno stralcio delle norme relative alle emittenti locali. Quale segnale concreto da parte del Ministero, in conseguenza di queste dichiarazioni di sensibilità verso i problemi specifici del settore, le imprese radiotelevisive locali si attendono ora un immediato rinvio dei termini di presentazione delle domande di concessione tv locali (e dei successivi termini previsti per le imprese radiofoniche). Questo in quanto sarebbe contraddittorio affermare la necessità per il settore locale di orientarsi urgentemente verso i nuovi scenari tecnologici e contestualmente costringerle a una regolamentazione basata su norme e logiche ormai obsolete”.

 

Per informazioni 0348. 4454.981

 

 

                                  Il Coordinamento Aer Anti Corallo – che aderisce alla Confcommercio –
                        rappresenta oggi 1300 imprese radiotelevisive italiane sulle circa 1750 operanti