Aer-anti-corallo: le emittenti locali auspicano che il 12/9 l’autority si pronuncera’ per garantire il rispetto della l. 78/99, che impone il decoder unico

image_pdfimage_print

cs 72/2000

 

                                     COMUNICATO STAMPA
                     COORDINAMENTO AER – ANTI – CORALLO                   

 

 

Roma, 31 agosto 2000

 

Aer-Anti-Corallo: le emittenti locali auspicano che il 12/9 l’Authority si pronunci per garantire il rispetto della L. 78/99, che impone il decoder unico.


In merito al dibattito oggi in corso sulla questione dell’adozione del decoder unico per la ricezione delle trasmissioni digitali satellitari, l’avv. Marco Rossignoli, coordinatore Aer-Anti-Corallo (la federazione che rappresenta 1.283 imprese radiotelevisive locali sulle 1.750 attualmente operanti) ha dichiarato: “E’ una notizia positiva il fatto che l’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni abbia oggi dichiarato che si pronuncerà il 12 settembre sulla amteria: è un intervento che anche Aer-Anti-Corallo hanno ripetutamente sollecitato, al fine di garantire l’applicazione della legge 78/99 che impone il decoder unico (la cui adozione era tassativamente prevista per il 1° luglio 2000)”.

“Alle emittenti locali sta a cuore questo aspetto – ha proseguito Rossignoli – in quanto è necessario per permettere a tutti i soggetti interessati alle trasmissioni digitali satellitari di avere pari opportunità di ricezione da parte dell’utenza”.

 

Per informazioni: 0348.44.54.981

 

 

                                              Il Coordinamento Aer-Anti-Corallo,
                                                  aderente alla Confcommercio,
                  rappresenta 1.283 imprese radiofoniche e televisive locali italiane