26/11/19 – Bonus tv del MiSe: alcuni chiarimenti

image_pdfimage_print

Il Ministero dello Sviluppo economico ha reso disponibile sul propio sito internet una pagina illustrativa sul funzionamento del cosiddetto “Bonus tv” le cui modalità di erogazione sono definite dal decreto 18 ottobre 2019. Tale bonus, del valore di 50 euro, sarà disponibile a partire dal 18 dicembre 2019 e sino al 31 dicembre 2022 ed è rivolto alle famiglie con ISEE sino a 20mila euro.
Lo stanziamento complessivo previsto per l’intero periodo è di 151 milioni di euro.

Il MiSe spiega che, per i cittadini, il bonus verrà erogato sotto forma di sconto praticato dal venditore sul prezzo del prodotto acquistato. Per ottenere lo sconto, i cittadini dovranno presentare al venditore una richiesta per acquistare una TV o un decoder beneficiando del bonus. A tal fine dovranno dichiarare di appartenere ad un nucleo familiare di fascia ISEE che non superi i 20.000 euro e che altri componenti dello stesso nucleo non abbiano già fruito del bonus.
Per verificare che una TV o un decoder rientrino tra i prodotti per i quali è possibile usufruire del bonus, il Ministero metterà a disposizione una lista di prodotti “idonei”. A questo link è disponibile il facisimile della domanda.

I venditori operanti in Italia, compresi quelli del commercio elettronico, che intendono aderire all’iniziativa, dovranno registrarsi, a partire dal 3 dicembre 2019, sulla piattaforma telematica che sarà resa disponibile dall’Agenzia delle Entrate, sulla base di un Vademecum che darà anche dettagliate istruzioni sulle procedure da seguire per la vendita dei prodotti con bonus. Per i venditori operanti in Paesi dell’Unione europea diversi dall’Italia, il Ministero segnala che è prevista una diversa procedura di adesione all’iniziativa, che verrà resa disponibile nei prossimi giorni.

Inoltre, i produttori TV e decoder per i quali è possibile usufruire del bonus, dovranno comunicare al Ministero, sotto la propria responsabilità, i prodotti con le caratteristiche tecniche richieste dal citato Decreto. La registrazione dei prodotti dovrà essere effettuata tramite un portale dedicato che sarà attivato nei prossimi giorni.

Il Ministero, infine, rende disponibile un indirizzo email cui inviare eventuali richieste di chiarimenti (bonustv-decoder@mise.gov.it). Le risposte verranno fornite nell’apposita pagina relativa alla risposta alle domande frequenti (FAQ), a questo link. (FC)

(Nella foto: la sede del MiSe a Roma. Dal sito mise.gov.it)

Vedi anche:

19/11/19 – In Gazzetta ufficiale il decreto che autorizza i contributi per l’acquisto di tv e decoder Dvbt-2
15/11/19 – Incontro al MiSe su contributi decoder e iniziative di comunicazione
11/11/19 – Liberazione banda 700. Al MiSe incontro su contributi decoder e iniziative di comunicazione
7/11/19 – La riunione del Tavolo ministeriale Tv 4.0
5/11/19 – Tavolo ministeriale Tv 4.0: i temi all’ordine del giorno della riunione del 7 novembre
29/10/19 – Convocata riunione del Tavolo ministeriale Tv 4.0
25/10/19 – Il Sottosegretario al MiSe, Mirella Liuzzi, risponde ad alcune interrogazioni parlamentari su rilascio banda 700 e acquisto decoder digitali
16/10/19 – Liberazione Banda 700. L’elenco dei titolari dei diritti di uso dei canali 51 e 53
14/10/19 – Liberazione banda 700. Il MiSe pubblica gli elenchi dei diritti di uso delle frequenze tv in ambito locale
11/10/19 – Liberazione banda 700. Il MiSe predisporrà a breve il decreto per gli indennizzi relativi al rilascio delle frequenze per gli operatori di rete tv locali
9/10/19 – Avvio Dvbt-2 e liberazione banda 700: audizione Ministro Patuanelli alla Camera