28/2/19 - Sbloccato dal MiSe, come sollecitato da Aeranti-Corallo, l'accantonamento del 40% dei fondi per il contributo statale 2016 alle tv locali commerciali. Resta, quindi, accantonato solo il 10% dell'importo totale

News Aeranti-Corallo

Con decreto direttoriale 25 febbraio 2019 del Direttore generale della Dgscerp del Ministero dello Sviluppo economico, è stato sbloccato un ulteriore 40% dei fondi per il contributo statale 2016 alle tv locali commerciali. In questo modo si perverrà ad un pagamento complessivo del 90% dei contributi 2016 e resterà, pertanto, allo stato, accantonato solo il 10% dell'importo totale.
Come noto, in sede di approvazione della graduatoria definitiva 2016 relativa alle tv locali commerciali, il Ministero (in relazione ai ricorsi pendenti al Tar del Lazio avverso il D.P.R. 23 agosto 2017 n. 146) aveva disposto, in via cautelativa, di erogare alle emittenti aventi diritto il contributo spettante un acconto nella misura del 50% successivamente alla pubblicazione del provvedimento stesso, e di rinviare la liquidazione dell'importo a saldo una volta definito il suddetto contenzioso.
La Dgscerp del Ministero ha ora ravvisato "l’opportunità di procedere all’erogazione di un secondo acconto nella misura del 40% alle emittenti ammesse al contributo per l’anno 2016 nella graduatoria di cui al decreto direttoriale 1 ottobre 2018 successivamente alla pubblicazione del presente provvedimento, e di rinviare la liquidazione dell’importo a saldo una volta concluso il suddetto contenzioso".
Aeranti-Corallo, che aveva più volte sollecitato tale provvedimento, nell'esprimere soddisfazione auspica che possano essere al più presto rese disponibili le risorse necessarie per provvedere al pagamento del suddetto secondo acconto 2016.
Aeranti-Corallo auspica, inoltre, che vengano pubblicate al più presto anche la graduatoria definitiva per i contributi 2017 alle tv locali commerciali nonché le  graduatorie provvisorie per i contributi 2017 alle tv  locali comunitarie e quelle relative ai contributi 2017 per le radio locali commerciali e comunitari.

Il Decreto direttoriale 25 febbraio 2019 è pubblicato al seguente link

 

25/2/19 - Contributo pro Agcom per il 2019, il termine per il pagamento scade il prossimo 1° aprile

News Aeranti-Corallo

4MarcoRossL’Autorità per le Garanzie nelle comunicazioni, con la delibera n. 527/18/CONS del 30 ottobre 2018 (pubblicata in G.U. n. 43 del 20 febbraio 2019) ha fissato la misura e le modalità di versamento del contributo dovuto all’Autorità, per l’anno 2019, dai soggetti che operano nei settori delle comunicazioni elettroniche e dei servizi media. L’Agcom ha previsto, al fine del versamento del contributo, due diverse aliquote, una  per i soggetti di cui all’art. 34 del Codice delle Comunicazioni Elettroniche (cioè per i soggetti che corrispondono diritti amministrativi allo Stato quali titolari di autorizzazione generale e/o di diritti di uso di frequenze), con aliquota pari all’1,30 per mille dei ricavi, l’altra per i soggetti operanti nei restanti mercati, cioè dei soggetti operanti nei settori dei servizi media, con aliquota pari all’1,90 per mille dei ricavi. Non sono tenuti al suddetto versamento dei contributi i soggetti il cui imponibile sia pari o inferiore a euro 500.000, le imprese che versano in stato di crisi, avendo attività sospesa, in liquidazione ovvero essendo soggette a procedure concorsuali e le imprese che hanno iniziato la loro attività nell’anno 2018. Il versamento del contributo da parte delle imprese tenute allo stesso dovrà essere effettuato entro il 1° aprile 2019.

Le istruzioni operative per il versamento del contributo 2019 e il relativo modello telematico per la comunicazione dei dati anagrafici ed economici da parte di ciascun contribuente sono contenuti nella delibera n. 19/19/CONS, disponibile nel sito internet www.agcom.it, nella sezione “Per gli operatori – Contributo dovuto all’Autorità”
(Nella foto: Marco Rossignoli)
 

22/2/19 - Disponibile per la consultazione la nuova edizione del Teleradiofax - periodico di Aeranti-Corallo - n. 4/2019 del 22 febbraio

News Aeranti-Corallo

TELERADIO

Disponibile il numero 4/2019 del TeleRadioFax, periodico di Aeranti-Corallo.

 

In questo numero:


• Indagine conoscitiva Agcom sull'informazione locale: emerge un ruolo fndamentale dell'emittenza locale
• Contributi statali tv e radio locali: la situazione
• Raccolta pubblicitaria: il 2018 si chiude con segno positivo per radio e tv
• 28° congresso Fnsi: Lorusso rieletto Segretario generale, Giulietti riconfermato Presidente
• Il 28 febbraio a Roma la relazione annuale 2019 di Auditel
• Agcom, al via la consultazione pubblica su schema di regolamento in materia di rispetto della dignità umana e della non discriminazione
• Contributo pro Agcom per il 2019: il termine per il pagamento scade il 1° aprile p.v.

QUI PER LEGGERE LA NUOVA EDIZIONE DEL TELERADIOFAX

 

19/2/19 - Raccolta pubblicitaria: il 2018 si chiude con segno positivo per radio e tv

News Aeranti-Corallo

Pub2018Il mercato degli investimenti pubblicitari in Italia - rilevato mensilmente da Nielsen - chiude l'anno 2018 con una crescita del +2,0% rispetto all'anno 2017.
Con riferimento ai singoli mezzi, la tv mette a segno un +0,6% annuale (negativa, a
-2,5%, la raccolta del solo mese di dicembre raffrontato con il mese precedente). Inoltre, la radio prosegue  il trend positivo di tutto l'anno 2018: anno su anno, il mezzo cresce del +5,5%, mentre su base mensile, si registra una crescita del +7,9%.
Non accenna, invece, a diminuire l'inarrestabile declino nella raccolta pubblicitaria sulla carta stampata (-6,2% i quotidiani, -8,2% i periodici su base annua).
Per quanto riguarda, infine, la raccolta sul web, il 2018 (considerando la stima fatta da Nielsen sull'intero comparto "allargato", comprendente search, social, annunci sponsorizzati e over the top) chiude a +8,0% (+4,5% considerando il solo perimetro rilevato da Fcp AssoInternet).
Il dettaglio dei dati storici, a partire dal 1999,  sui numeri della raccolta pubblicitaria in Italia, è disponibile  a questo link

(Fonte dati: Nielsen)

 

 

12/2/19 - Avviato dall'Agcom il procedimento per la pianificazione Dab+, l'incognita della disponibilità di un numero di frequenze sufficiente

News Aeranti-Corallo

MRpicCon delibera n. 13/19/CONS, l'Autorità per le Garanzie nelle comunicazioni ha avviato il procedimento per l'adozione del Piano nazionale di assegnazione delle frequenze in banda Vhf-III per la radiodiffusione sonora in tecnica digitale Dab+.

Tale procedimento, nel corso del quale l'Agcom dovrà ascoltare in audizione la Rai e le associazioni nazionali di categoria, è finalizzato a dare attuazione a quanto previsto dall'art. 1, comma 1030 della legge di bilancio 2018, come modificata dalla legge di bilancio 2019.

Leggi tutto...

 
Altri articoli...

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui..

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.