14/8/18 - Emanato dal Ministro dello Sviluppo Economico il Decreto recante il calendario (roadmap) per il rilascio delle frequenze tv

News Aeranti-Corallo

 

Il Ministro dello Sviluppo Economico, con decreto in data 8 agosto 2018, pubblicato in data 10 agosto 2018 sul sito web del Ministero, in corso di registrazione presso gli organi di controllo, ha stabilito, ai sensi dell’art. 1, comma 1032 della legge 27 dicembre 2017, n. 205 il calendario nazionale (roadmap) che individua le scadenze della tabella di marcia ai fini dell'attuazione degli obiettivi della decisione (UE) 2017/899, del 17 maggio 2017, di cui al comma 1026 della citata legge, fissando un periodo transitorio, dal 1º gennaio 2020 al 30 giugno 2022, per il rilascio delle frequenze da parte di tutti gli operatori di rete titolari di relativi diritti d'uso in ambito nazionale e locale e la ristrutturazione del multiplex contenente l'informazione regionale da parte del concessionario del servizio pubblico radiofonico, televisivo e multimediale.Il decreto ministeriale segue gli accordi internazionali firmati dall’Italia con i Paesi confinanti nonché il Piano nazionale di assegnazione delle frequenze da destinare al servizio televisivo digitale terrestre denominato PNAF 2018, approvato dall’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni con delibera n. 290/18/CONS.

 

Testo del decreto ministeriale 8 agosto 2018

 

8/8/18 - Il documento Aeranti-Corallo di analisi del settore radiotelevisivo locale in Italia è liberamente scaricabile

News Aeranti-Corallo

StudioAeranti-Corallo ha realizzato un documento di analisi  sulle dinamiche dell'emittenza radiofonica e televisiva locale nel nostro Paese. Il documento,  completato il 25 luglio 2018,  intende fornire un contributo alla conoscenza del comparto radiotelevisivo locale,  individuandone tutte le peculiarità di natura economica,  patrimoniale e organizzativa,  i relativi punti di forza e le criticità che devono essere superate.
Dalla lettura del documento emerge lo spaccato di un settore che,  in oltre quarant’anni di attività,  ha saputo offrire al proprio pubblico una informazione pluralistica e una molteplicità di voci.

 

Per scaricare copia di tale documento di analisi, costituito da 60 pagine di testi, grafici e tabelle, è sufficiente cliccare questo link

 

7/8/18 - Credito di imposta per le spese pubblicitarie incrementali effettuate tra l'altro su radio e tv locali. Per il 2018 richieste telematiche credito d'imposta da parte degli inserzionisti tra il 22/9 e il 22/10

News Aeranti-Corallo

E’ stato pubblicato in Gazzetta ufficiale n. 170 del 24 luglio u.s.. il Dpcm recante il Regolamento per la concessione di incentivi fiscali (credito d’imposta) agli investimenti pubblicitari incrementali effettuati, tra l’altro, sulle emittenti televisive e radiofoniche locali, previsti dal DL n. 50/2017, convertito, con modificazioni, dalla legge n. 96/2017. Tale norma prevede che a decorrere dall’anno 2018, alle imprese e ai lavoratori autonomi che effettuino investimenti in campagne pubblicitarie – tra l’altro - sulle emittenti televisive e radiofoniche locali, analogiche o digitali, il cui valore superi almeno dell’1 per cento gli analoghi investimenti effettuati sugli stessi mezzi nell’anno precedente, venga attribuito un contributo, sotto forma di credito di imposta, pari al 75 per cento del valore incrementale degli investimenti effettuati, elevato al 90 per cento nel caso di microimprese, piccole e medie imprese e startup innovative. Il successivo decreto legge 16 ottobre 2017, n. 148, convertito con modificazioni dalla legge 4 dicembre 2017 n. 172 ha, quindi, previsto uno stanziamento di 12,5 milioni di euro per i crediti di imposta spettanti ai soggetti che effettuano investimenti pubblicitari incrementali (cioè il cui valore superi almeno dell’1 per cento gli analoghi investimenti effettuati sugli stessi mezzi nell’anno precedente) attraverso radio e tv locali nell’anno 2018.
La concessione della maggiorazione (90% anziché 75%) è subordinata al perfezionamento con esito positivo, della procedura di notifica alla Commissione europea, in pendenza della quale è concessa la misura ordinaria del 75%.
Il Regolamento di cui al Dpcm n. 90/2018 prevede, tra l’altro, che sono ammissibili al credito di imposta gli investimenti incrementali riferiti all'acquisto di spazi pubblicitari e inserzioni commerciali, effet-tuati nell'ambito della programmazione di emittenti televisive e radiofoniche locali, analogiche o digitali.

 

Leggi tutto...

 

6/8/18 - Contributi alle radio locali commerciali: la Dgscerp del Ministero dello Sviluppo Economico ha pubblicato la graduatoria provvisoria e l’elenco dei contributi da assegnare alle radio locali commerciali per l’anno 2016, ai sensi del Dpr n.146/2017

News Aeranti-Corallo
Con decreto direttoriale del 6 agosto 2018 sono stati approvati la graduatoria provvisoria e gli elenchi degli importi dei contributi da assegnare alle imprese radiofoniche locali a carattere commerciale per l’annualità 2016, sulla base della nuova regolamentazione di cui al DPR n. 146/2017.
Le radio locali ammesse alla graduatoria provvisoria sono 184.

Coloro che hanno presentato domanda di contributo possono, entro il 5 settembre 2018, presentare richiesta di rettifica del punteggio o di riammissione della domanda, utilizzando la funzione “reclamo” (icona arancione in basso a destra) all’interno della propria posizione nella piattaforma SICEM.

Pubblichiamo di seguito:

a) copia del sopracitato decreto direttoriale del 6 agosto 2018;

b) copia della graduatoria provvisoria;

c) elenco degli importi dei contributi.

 

28/7/18 - Aeranti-Corallo pubblica documento di analisi del comparto radiotelevisivo locale in Italia

News Aeranti-Corallo

StudioAeranti-Corallo ha realizzato un documento di analisi sulle dinamiche del comparto radiofonico e televisivo locale nel nostro Paese. Il documento, completato il 25 luglio 2018, intende fornire un contributo alla conoscenza del comparto radiotelevisivo locale, individuandone tutte le peculiarità di natura economica, patrimoniale e organizzativa, i relativi punti di forza e le criticità che devono essere superate.

Leggi tutto...

 
Altri articoli...

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui..

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.