12/12/18 - Ccnl tra Aeranti-Corallo e Cisal: la disciplina dell'una tantum dovuta da imprese televisive e radiofoniche locali

News Aeranti-Corallo

Come noto, il 25 settembre 2018 è stata rinnovata la parte economica del Contratto nazionale collettivo tra Aeranti-Corallo e Cisal per i lavoratori delle imprese radiofoniche e televisive in ambito locale, syndications, agenzie di informazione radiotelevisiva, imprese radiofoniche e televisive satellitari e via internet tra Aeranti-Corallo e Cisal.
Tale rinnovo prevede un aumento (da attuarsi in tre tranche, con decorrenza 1° ottobre 2018, 1° ottobre 2019 e 1° settembre 2020) nonché l’erogazione di un importo a titolo di “una tantum” (in due tranche a novembre 2018 e a settembre 2019) a copertura del periodo di vacanza contrattuale.
Gli importi a titolo di "una tantum" sono dovuti sia ai dipendenti a tempo indeterminato, sia ai dipendenti a tempo determinato.
Tali importi vengono riconosciuti ai lavoratori in forza al 25 settembre 2018 (data dell’accordo di rinnovo della parte economica del Ccnl) e coprono il periodo di vacanza contrattuale (di 104 mesi) intercorrente tra il 1° gennaio 2010 e il 31 agosto 2018. In caso di dipendenti che hanno lavorato solo per una parte di tali 104 mesi, ovvero che hanno prestato o prestino attività lavorativa part-time, l’una tantum deve essere riproporzionata sulla base del periodo e dell’orario di effettivo lavoro. L’una tantum è dovuta anche agli apprendisti. Per quanto riguarda le assenze, ai fini del riconoscimento dell’una tantum, vengono escluse solo le aspettative non retribuite.
In caso di intervenuto passaggio di livello o di qualifica, l’una tantum viene riconosciuta in modo proporzionale. Dagli importi dovuti a titolo di una tantum potranno essere detratte le somme in precedenza riconosciute dall’impresa a titolo di indennità di vacanza contrattuale. Inoltre, tali importi potranno essere assorbiti dai superminimi assorbibili da futuri aumenti
contrattuali presenti nella busta paga del lavoratore.
Qui in calce le tabelle con le "una tantum" dovute, rispettivamente, per il settore televisivo locale e per il settore radiofonico locale.

UnaTantumTV

“Una tantum” per il settore televisivo locale (importo lordo)


UnaTantumRadio

“Una tantum” per il settore radiofonico locale (importo lordo)

 

11/12/18 - Il 17 dicembre si riunisce la Commissione provvidenze editoria tv

News Aeranti-Corallo

E' stata convocata dal Sottosegretario con delega all'Editoria, sen. Vito Claudio Crimi, per il prossimo 17 dicembre, la riunione della Commissione consultiva per le provvidenze alle imprese televisive per l'esame, tra l'altro, dell'accertamento dei requisiti delle imprese televisive ai sensi dell'art. 23, comma 3 della legge n. 223/90, per l'anno 2017.
Ricordiamo che tale accertamento è necessario per il riconoscimento delle  provvidenze editoria relative alle riduzioni tariffarie del 50 per cento dei costi delle utenze telefoniche sostenuti dalle emittenti televisive nell'anno 2017.
Della Commissione fanno parte, per il sistema associativo Aeranti-Corallo, Fabrizio Berrini per Aeranti e Alessia Caricato per Associazione Corallo.
L'art. 1, comma 439 del disegno di legge di bilancio 2019 (AS 981), approvato nei giorni scorsi dalla Camera dei Deputati e attualmente in discussione  al Senato, prevede la soppressione delle suddette provvidenze editoria a decorrere dal 1° gennaio 2020. Aeranti-Corallo ritiene, invece, che tali provvidenze debbano essere mantenute ai fini del sostegno del ruolo informativo dell'emittenza locale.

 

4/12/18 - Si è riunita la Commissione per le provvidenze editoria radio

News Aeranti-Corallo

Si è riunita lo scorso 3 dicembre, presso la sede del Dipartimento per l’Informazione e l’Editoria della Presidenza del Consiglio dei Ministri, la Commissione consultiva per le provvidenze alle imprese radiofoniche, delle quali fanno parte, tra gli altri, per il sistema associativo Aeranti-Corallo, Alessia Caricato (Associazione Corallo) e Fabrizio Berrini (Aeranti).
La Commissione ha, tra l’altro, esaminato 444 domande relative all’anno 2017; di queste, 401 sono state approvate, 9 sono state accolte sotto condizione, 30 sono state escluse per mancanza di requisiti, 4 sono state dichiarate inammissibili.
Rammentiamo che l'accertamento dei requisiti ai sensi degli artt. 7 e 8 della legge n. 250/90 è necessario per il riconoscimento delle  provvidenze editoria relative alle riduzioni tariffarie del 50 per cento dei costi delle utenze telefoniche sostenuti dalle emittenti radiofoniche nell'anno 2017.

 

30/11/18 - Disponibile per la consultazione la nuova edizione del Teleradiofax - periodico di Aeranti-Corallo - n. 22/2018 del 30 novembre

News Aeranti-Corallo

TELERADIO

Disponibile il numero 22/2018 del TeleRadioFax, periodico di Aeranti-Corallo.

Leggi tutto...

 

29/11/18 - Il 3 dicembre riunione della Commissione provvidenze editoria radio

News Aeranti-Corallo

Il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio con delega all'Editoria, sen. Vito Claudio Crimi ha convocato per il 3 dicembre p.v. la Commissione consultiva per le provvidenze alle imprese radiofoniche per l'esame, tra l'altro, dell'accertamento dei requisiti delle imprese radiofoniche ai sensi degli artt. 7 e 8 della legge 7 agosto 1990. n. 250, per l'anno 2017.
Ricordiamo che tale accertamento è necessario per il riconoscimento delle  provvidenze editoria relative alle riduzioni tariffarie del 50 per cento dei costi delle utenze telefoniche sostenuti dalle emittenti radiofoniche nell'anno 2017.
Della Commissione fanno parte, per il sistema associativo Aeranti-Corallo, Fabrizio Berrini per Aeranti e Alessia Caricato per Associazione Corallo.

Evidenziamo inoltre che l'art. 57 del disegno di legge di bilancio 2019 (AC 1334) in corso di discussione alla Camera dei Deputati, prevede la soppressione delle suddette provvidenze editoria a decorrere dal 1° gennaio 2020.
Aeranti-Corallo ritiene, invece, che tali provvidenze debbano essere mantenute ai fini del sostegno del ruolo informativo dell'emittenza locale.

 
Altri articoli...

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui..

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.